Che cosa fanno

L'ostetrica


E’  la figura che accompagna la donna in tutte le fasi di cambiamento, come gravidanza, parto e puerperio, ma anche adolescenza e menopausa ed è’ autonoma nel seguire la fisiologia. 

Quando è necessario collabora con altri professionisti sanitari per garantire il più possibile la continuità assistenziale anche quando non si trova più nel sua sfera di competenza.

Le ostetriche del “Nido” 

La qualità della cura che desideriamo offrire alla donna e al bambino è frutto della nostra esperienza, del continuo studio e aggiornamento e del confronto reciproco.

Abbiamo scelto di lavorare in “rete” con colleghe di tutte le Regioni per “il nuovo parto a casa” assistito secondo modalità che coniugano sicurezza, preparazione professionale, collegamento col secondo e terzo livello (gli ospedali) con cui collaboriamo strettamente.

Dagli inizi degli anni ’80, prima come Coordinamento Nazionale Ostetriche Parto a Domicilio, divenuto attualmente Associazione “Nascere a Casa”, continuiamo a lavorare per un’assistenza qualificata e per diffondere una cultura della nascita che promuova e tuteli la qualità dell’esperienza per la donna e la coppia.

“La nostra Rete è un’amaca per la donna ed una culla per il bambino”

Negli anni le nostre indicazioni, la nostra esperienza, le nostre linee guida di buona pratica, sono state la base scientifica utilizzata dalle Regioni che hanno, negli anni 90, riconosciuto il rimborso parziale della assistenza ostetrica extraospedaliera alle famiglie.

In particolare in Emilia Romagna abbiamo contribuito, insieme alle donne ed alle proprie famiglie, ad ottenere la L.R. n.26/98 che introduce le “NORME PER IL PARTO NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE, NELLE CASE DI MATERNITÀ E A DOMICILIO” e che tutela la scelta delle donne che desiderano partorire a domicilio o in Casa Maternità e la parità di trattamento.

La Regione Emilia Romagna ha anche un osservatorio epidemiologico specifico, di cui facciamo parte, che è all’avanguardia per i numeri, la qualità, e la serietà delle esperienze.

L’associazione Nazionale, di cui siamo parte attiva, da alcuni anni ha istituito, tra le altre cose, un portale collegato all’Istituto Mario Negri di Milano, pensato ad Hoc. La scheda, da noi elaborata con il supporto dell’Istituto, raccoglie i dati dall’inizio della reperibilità al decimo giorno dopo il parto, valutando il gli esiti materno/neonatali ed il benessere della coppia mamma/bambino.

lavoriamo in un piccolo “team” accomunato dall’amore per la propria professione. 

E’ un modello organizzativo al femminile, solidale, famigliare che le donne e le loro famiglie apprezzano particolarmente.

Il lavoro d’equipe è indispensabile per condividere, confrontarsi e sostenersi e per garantire la “continuità dell’assistenza”, oltreché la reperibilità, H 24. 

Le donne sanno di poter far riferimento all’ostetrica che ha scelto per il suo percorso assistenziale ma sa anche, qualunque cosa succeda, di poter contare sulle colleghe che ha sicuramente conosciuto frequentando la Casa Maternità e di sentirsi ugualmente sicura, protetta e garantita nelle sue scelte.

X